FB_IMG_1460230824408

Intervista ai Jolly Cinema

Con questo articolo approfondiamo la conoscenza dei Jolly Cinema, in gara ai LMA 2016 per la categoria Best Demo con la canzone “In che stato siamo”.

CLICCA QUI PER ASCOLTARE LA CANZONE E VOTARLI!

Di cosa parla la canzone con cui partecipate al contest?

In che stato siamo parla di noi e di quelli come noi. È una conversazione con un ipotetico presidente di uno stato corrotto ed occultista,nel quale l’informazione viene manipolata e tenuta sotto controllo,quella che definirei una nuova e piu crudele forma di fascismo, ma la forza di un’idea è immortale e più le persone prendono coscienza più è concreta la possibilità di cambiamento, pacifico, attraverso l’arte e la musica.

 

Parlateci del vostro progetto/band. Che genere fate? Quali sono i temi principali delle altre vostre canzoni? Quali sono i vostri punti di forza e quali invece gli aspetti su cui volete migliorare?

Il nostro genere è figlio delle diverse influenze dei 5 componenti, ad esempio: metal, jazz, blues, funk e fusion per quanto riguarda lo strumentale e i testi sono profondamente cantautorali. I temi vanno dall’amore, intenso e sincero, con la sofferenza che ne deriva, al rifiuto di far parte di un sistema che si interessa più ai soldi che alla vita delle persone.
Punti di forza la nostra dedizione. Ci facciamo in 4 per arrangiare i brani, lavoriamo come se il gruppo fosse una piccola orchestra. Il punto debole sono i vari impegni (studio,lavoro) dei componenti del gruppo, ma questi impegni non bloccano di certo la strada da percorrere.

 

Avete 3 desideri per migliorare la scena musicale livornese. Cosa chiedete? 

Il primo desiderio potrebbe essere quello di una richiesta a tutte le band di ascoltarsi e seguirsi nei concerti. É vero che la scena ed i generi musicali a Livorno sono molto ampi, ma stiamo parlando sempre di musicisti venuti su da cantine e garage….alla fine la pensiamo tutti uguale…solo che non ci si intende. Come secondo desiderio lo sperare che da domani mattina ogni qual si voglia gestore organizzatore etc etc etc richiedente arte in genere (musica,dipinti, ballo e via dicendo) prenda coscienza che oltre che un hobby é anche una professione quella dello spettacolo e che fare della propria passione un lavoro non annulla di conseguenza i normali diritti di qualsiasi lavoratore.

Passione e professione non si annullano a vicenda.

Il terzo desiderio sarebbe rivolto al pubblico in genere, se non fosse per il fatto che il pubblico in genere non leggerà questa intervista. Questo è lo stato attuale. Desideriamo che cambi.

 

CLICCA QUI PER ASCOLTARE LA CANZONE E VOTARLI!

 

 

Lascia un commento