_MG_2174

MrNebbe – La scena Hip Hop a Livorno

In molti credono che la musica emergente a Livorno sia soltanto Rock e Cantautorato, ma si sbagliano. Esiste anche una scena Hip Hop molto interessante e viva. Quest’anno sul palco dei Livorno Music Awards (21 Maggio al The Cage Theatre) si esibiranno ben 2 dei più promettenti rapper labronici, Jack Red “Vegan” (che conosceremo meglio nei prossimi giorni) e Mr.Nebbe, protagonista dell’intervista di oggi.

 

1- Parlaci del tuo progetto artistico, da quanto fai Rap? Come hai cominciato? 
Amo e ascolto il rap da sempre e dai primi anni del 2000 ho cominciato a scrivere rime per gioco, cercando di emulare i miei idoli. Riempivo quaderni su quaderni. Ma all’epoca viaggiavo molto e forse non era ancora il momento. Poi dopo varie vicissitudini, nel 2008 col mio amico di sempre Matteo Cateni aka MonkeyMan, abbiamo fondato il gruppo Villasound. Nel 2010 l’incontro folgorante. Conosciamo Elena Mellino, voce dei Loungerie e quello che doveva essere un singolo featuring si trasforma in un vero e proprio amore e i Villasound raggiungono così la formazione definitiva. Nel frattempo, oltre a proseguire il lavoro del gruppo e ai miei singoli, sto continuando a collaborare con Miss Elena ad un paio di progetti che prevedono anche l’uscita di un suo album da solista.

 

2- Come sta andando la scena Rap Livornese? Quali sono i rapper più interessanti? Il pubblico vi segue? Quali sono le difficoltà che incontrate nel promuovere la vostra musica?

La scena rap livornese sta andando bene, anche se potrebbe andare sempre meglio. Ma siamo certamente sulla via giusta. All’inizio qui a Livorno c’erano pochi rapper e pochi concerti. Quando abbiamo iniziato noi c’erano Dj Alik, Dezpise, Arez Prod, NinjaKamui, Setta17 e la PLV. Ora che le nuove generazioni stanno sfornando tanti nuovi rapper, la scena si sta allargando di brutto. I miei preferiti sono: Monkeyman (Villasound), Vegan e Gaviman (RedFaida), Clocka (PLV), Marty 360°, Dezpise, Bago, Ir Phisco, La Setta17, Formiche soldato, Barre a 360 e potrei andare avanti per ore. Le difficoltà sono legate soprattutto ai luoghi dove esibirsi, locali ce ne sono pochi e le norme non facilitano. Per fortuna che ci sono spazi autogestiti che danno la possibilità a tanti gruppi di poter suonare e farsi conoscere.

_MG_2159

 

3- Sei uno dei pochi artisti livornesi iscritto a Soundreef, la principale alternativa alla SIAE oggi in Italia (è di pochi giorni fa il passaggio di Fedez dalla SIAE a Soundreef). Ci racconti i motivi della scelta e come ti trovi? Consiglieresti anche ad altri artisti di affidarsi a loro?

Nel 2012, ammaliati da vari passaggi in radio e visto che era la condizione irrinunciabile per partecipare ad alcune date del FestivalShow, mi sono dovuto iscrivere alla Siae e non aggiungo altro….chiunque ci sia passato sa di che parlo! Fino a che, un paio d’anni piu tardi, partecipai ad un incontro con i ragazzi di SoundReef al TeatrofficinaRefugio e mi buttai, quindi ho battuto Fedez!!! Consiglierei Soundreef già solo per il fatto che è l’alternativa alla Siae. Quando mi sono iscritto nessuno conosceva l’esistenza di Soundreef, tantomeno i gestori dei locali, quindi non ho mai provato la dimensione della retribuzione live, ma confido che cresca….e poi non costa nulla!

 

4- Sei impegnato anche nella campagna #‎iosono141‬. Ce ne vuoi p13219913_1137067666351182_520767544_narlare?

Quest’inverno Miss Elena ha composto con me una strumentale Dubstep rabbiosa e allo stesso tempo molto struggente e, essendo il venticinquesimo anniversario della tragedia del Moby Prince, abbiamo deciso scriverci sopra un pezzo per omaggiare a modo nostro il ricordo delle 140 vittime. Siamo molto legati alla nostra città, nel bene e nel male, quindi non potevamo non scrivere una canzone del genere, specialmente dopo 25 anni senza risposte. Certo, noi per quanto possiamo sosteniamo la campagna #iosono141 perchè la riteniamo importantissima e speriamo che il nostro pezzo faccia riflettere quante più persone possibile.

 

Un pensiero riguardo “MrNebbe – La scena Hip Hop a Livorno

Lascia un commento